Idropulsore dentale vs filo interdentale

Per ottenere un’efficace igiene orale, accanto allo spazzolino possiamo utilizzare altri strumenti come il filo interdentale e l’idropulsore.

Il filo interdentale serve per rimuovere residui di cibo e placca tra i denti. L’idropulsore – invece – ci aiuta a togliere i residui di cibo incastrati tra il porto gengivale ed i denti, attraverso getti d’acqua e una e frequenza che può raggiungere le tremila pulsazioni al minuto. L’ idropulsore sembra più facile da usare rispetto al filo intertenente che – invece – è ritenuto piuttosto fastidioso, e la tentazione di sostituire il secondo con il primo è davvero forte.

Ma vediamo come decidere!

Idropulsore vs filo interdentale

L’idropulsore presenta numerosi vantaggi rispetto al filo interdentale, ma il principale sta nella sua praticità. L’idropulsore dentale – infatti –è facile da utilizzare e permette di rimuovere anche il più piccolo residuo di cibo senza troppi sforzi da parte dell’utente. La sua praticità ci consente di ottenere ottimi risultati, impossibili da raggiungere con il filo interdentale.

Inoltre, gli idropulsori dentali sono perfetti per tutti coloro che hanno protesi e apparecchi ortodontici fissi. Infatti – grazie a degli appositi ugelli utilizzati dall’idropulsore – protesi e apparecchi ortodontici sono facilissimi da pulire e la manutenzione non richiederà nessuno sforzo.

Infine, l’idropulsore è relativamente più delicato rispetto al filo interdentale. Quest’ultimo tende a far sanguinare le gengive. Invece l’idropulsore dentale è molto più delicato, ma non sempre riesce a raggiungere i risultati del filo interdentale.

Quando non si deve comprare un idropulsore.

L’acquisto di un idropulsore dentale è assolutamente sconsigliato a coloro che soffrono di patologie parodontali e gengive infiammate poiché – se usato in modo scorretto – potrebbe aggravare il problema a causa della pressione dell’acqua.

Vi ricordo – inoltre – che non può sostituire uno spazzolino elettrico e / o tradizionale.

 

Personalmente penso che gli idropulsori dentali siano migliori rispetto al filo interdentale. Infatti, quest’ultimo gratta la superficie dei denti e delle gengive per asportare la placca ed eventuali residui di cibo e può causarne il sanguinamento. Il filo interdentale – inoltre –è molto più difficile da utilizzare poiché può provocare una sensazione molto più sgradevole rispetto al più confortevole idropulsore dentale.